Poe, clown assassini e studenti cattivelli

John Cusack nei panni di PoeQualche brandello di informazioni sparse su alcuni titoli piĂą o meno interessanti che sono in fase di preparazione dall'altra parte dell'oceano.
Si parte con The Raven, uno dei tanti film che stanno spuntando in occasione dell'anniversario di Edgar Allan Poe. L’interesse per questo specifico lungometraggio nel gruppone degli altri è dovuto al fatto che da un lato la pellicola si discosta dal normale percorso di questi casi, che vuole di solito un tentativo di biografia più o meno accurata. Produzione e sceneggiatore hanno scelto una strada diversa, immergendo Poe in una trama thriller, nella quale il notissimo scrittore si affianca a un giovane detective per aiutarlo nelle indagini. Un pericoloso serial killer si aggira per le strade di Baltimora usando le opere di Edgar Allan Poe come metodo per uccidere le sue vittime. Spetterà al poeta e scrittore cercare di aiutare e arrivare a individuare l’identità del mostro...
PerplessitĂ  sul regista, il poco convincente James McTeigue, mentre invece le prime foto apparse di John Cusack nei panni di Poe hanno rassicurato sulla scelta dell'attore.

 

Da un regista che ha sempre convinto poco a uno che al contrario è sempre stato una sicurezza: Alex de la Iglesia torna alla ribalta con questo The Last Circus, pazzesca storia di clown e vita nel circo che parte dagli Anni Trenta del secolo scorso per poi arrivare negli Anni Settanta e che, almeno a giudicare dal trailer, promette un de la Iglesia al top della forma.

 

Personaggi stranissimi, azione sfrenata mista a momenti di riflessione, clown che tutto fanno tranne che far ridere la gente, violenza cartoonesca e senso di straniamento impellente: questo e altro in un trailer che si piazza subito fra i più interessanti e strani di quest’anno.

Vi lascio infine con il trailer di Detention, che a me sembra una via di mezzo fra Scream e The Breakfast Club, con un potenziale ironico e grottesco che dipenderà in gran parte da quel che è riuscito a combinare il regista (Joseph Kahn, quello di Torque).
La trama, ridotta all’osso, vede un gruppo di teenager all’ultimo anno di college, tutti un po’ fuori dal giro che conta, dover fare i conti con un serial killer che semina il panico fra le mura della scuola.
I ragazzi vengono messi in punizione proprio durante il giorno del ballo di fine anno e dovranno scovare qualche modo per “evadere” dalla stanza dove sono stati messi in castigo per affrontare una volta per tutte il mostro.
Dialoghi arguti, situazioni paradossali, mix assurdo di generi (dalla fantascienza all’horror, dalla commedia all’ironia...) e una discreta messa in scena sembrano essere i punti di forza, ma lascio giudicare a voi sulla base del trailer (Elvezio Sciallis)

Elvezio Sciallis: Non vi deve interessare chi sono. Leggete quanto scrivo e discutete di quello: chi sono non è importante, sono solo (cambia una consonante) una persona qualunque, appassionata di cinema e letteratura, specie quel cinema e quella letteratura che giocano e dialogano con il Perturbante. Ho all'attivo alcune pubblicazioni in antologie collettive e personali. Ho collaborato con diverse riviste cartacee e online. Traduco dall'inglese all'italiano videogiochi e testi per alcune società estere.

POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Cinema | Concorsi | Dracula | ebook | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia