Volavola

Racconto per il concorso "300 Parole Per Un Incubo", 2022 - edizione 21

«Papà, voavoa».
L’amore mio è in piedi dalla mia parte del letto.
«Saretta, su, vai a vedere la tele». Non voglio fare volavola.
«Dài, accontentala». Mia moglie, l'altro mio amore – sdraiata con me sul piumone – non si fa i cazzi suoi. Non insistere, quel gioco mi trasforma...
«Voavoa». Sara continua a sfoderare occhi supplichevoli.
«E sia». L'afferro per le ascelle e la scialuppo sul letto. Non l’ho ancora sollevata nella presa alla Dirty Dancing che già ride. L'attesa le dà piacere. Piacere...
«Pronta a decollare?»
Piego le gambe, Sara divarica le sue e si accomoda sui miei piedi. Ci stringiamo le mani.
«Si parte».
Stendo le ginocchia, e poco dopo Sara è un aeroplano nel cielo. Ha le braccia distese, il culetto è pesante sopra la leva delle mie gambe. Ride di gusto. Io invece mangio di gusto. Perdo brandelli di labbra, li recupero con la lingua e ingoio.

Pubblicità

Chi ha paura delle streghe?
"Storie di Streghe" è un’antologia che vuole omaggiare la figura della Strega in tutte le sue sfaccettature, antiche e moderne. Tra leggende e folklore i 12 racconti che ne fanno parte sono i migliori tra quelli che hanno partecipato al Premio Scheletri 2022. Disponibile in ebook e cartaceo illustrato

«C’è turbolenza». Agito il bacino, così Sara saltella. Ha la faccia del Diavolo. Smunta e invasata.
Mia moglie è in estasi, deve considerarmi un genitore perfetto. Dopo, sorriderai ancora?
I bicipiti mi fanno male. I quadricipiti anche, acido lattico a gogò. I denti lasciano l’alcova dalle gengive e mi cadono in bocca. Li mastico.
Ancora due scossoni di turbolenza e rannicchio le gambe. Faccio scivolare Sara sulla mia pancia, la pista di atterraggio.
È ancora un demone, stavolta a smorzacandela su di me. I piedini, cazzo. Sul mio cazzo.
«Tutto è andato liscio». Sì, come il burro sciolto. Come la sbo...
«Ancoa». Nel risalire, con le mani mi tasta il cavallo del pigiama dove il morbido non è più morbido. Non servirà farcirmi di pensieri inquietanti per distogliermi. Il fuoco mi ha travolto. Mia moglie non lo vede, con lo sguardo sui nostri volti sorridenti.
«Sì, Saretta. Ancora».

Laura Marinelli

Laura Marinelli è del 78 e vive a Roma. Dopo la laurea in giurisprudenza e un master in marketing lavora nella grande distribuzione. Ha scritto racconti per riviste e antologie. Suoi contributi sono presenti ne Il Fiore della Quintessenza, edito da Ali Ribelli, e Prisma volume 3, a cura di Moscabianca Edizioni. Ha pubblicato due romanzi: Vanity Fear, nel 2021 con Echos Edizioni, e Organica, nel 2022 con Moscabianca Edizioni.



CONSIGLI DI LETTURA

» Archivio notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | editori | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia