Chi cerca, trova (?)

Racconto per il concorso "300 Parole Per Un Incubo", 2021 - edizione 20

Mirko è a terra, spaventato e dolorante. E’ ancora notte e fa freddo, ma lui non lo sente, non lo sente più. Era uscito di casa in cerca di una dose, arrivato al limite della sopportazione. <<Dove vai?>>, lo aveva interrogato la madre, voce ansimante, malata. <<Torna a letto. Faccio presto.>> l’aveva liquidata lui. Al vicolo non c’era il solito pusher. <<E tu chi cazzo sei?>>. Lo aveva incalzato. Nessuna risposta. Mirko si era avvicinato, e tanto fu lo spavento: due occhi spiritati e rabbiosi e denti affilati e ringhiosi come quelli di una fiera affamata. Vano il tentativo di fuga. Quel mostro impazzito lo aveva morso al collo e, succhiatogli via il sangue, soddisfatto, era corso via veloce. Mirko si era portato la mano sulla ferita. Appoggiato al muro, si era accasciato a terra.
La berlina procede a passo lento e i due colleghi guardano fuori distratti. La sirena è riposta, e tutto è apparentemente tranquillo. Fin troppo. <<Che palle, un’altra notte a romperci i coglioni...>>, <<Beh, non è detto...>>, <<Che vuoi dire?>>, <<Possiamo fare un po’ di boxe...>>, <<Calmo... è passato troppo poco tempo. L’ultima volta non ci hanno beccato per pochissimo...>>, <<Siamo fortunati, vedi?>>, sorride e avvicinando il viso al finestrino socchiude gli occhi come per osservare meglio.

Pubblicità

IL RITORNO DEI MORTI VIVENTI
E' disponibile il grande saggio illustrato dedicato a "Il Ritorno dei Morti dei Viventi", film cult di Dan O'Bannon del 1985. Oltre 180 pagine di curiosità, aneddoti, informazioni e interviste che soddisferanno anche i fan più esigenti. Compralo subito! Disponibile in formato cartaceo illustrato

<<Ferma, ferma! Ecco lo scarto umano!>>. I due escono dall’auto, si avvicinano a quello che sembra un barbone, o un tossico. <<Ecco, vedi? E’ un tossico di merda, uno scarto della società, deve essere castigato>>. Sogghignano mentre osservano Mirko sofferente. <<Alzati merda! Alzati!>>. Ma quello non è Mirko. Non lo è più. Con un balzo si solleva, li sovrasta e si accanisce su di loro, con una velocità e una ferocia indicibili. Quel che lascia a terra sono brandelli di corpi, difficili da riconoscere. I visi non ci sono più.

Anna Pasquini

Anna Pasquini, vive e lavora a Roma come impiegata in un’industria spaziale.
Ad ora ha all’attivo otto pubblicazioni: “Quando andavo in bicicletta”, 2018, Akkuaria Ed.; “Fotografie scomposte”, 2018, Antipodes Ed.; “Misticanza”, 2019, PAV Ed.; “Chissà se al Liga fischiarono le orecchie”, 2019, Argento Vivo Ed.; “57 risposte efficaci alla più inopportuna delle domande da fare a una donna: <<e tu perché non hai figli?>>. Manuale di autodifesa verbale per non-mamme”, 2020 Antipodes Ed.; “SeMiCerchi – racconti slegati” 2020 Jacopo Lupi Ed.; “Gli arancini di Omar” 2021 Antipodes Ed.; “In casa senza affanni – 39 consigli pratici per vivere serenamente il proprio tempo in casa”, 2021 Youcanprint; “I vincisgrassi di zia Lucia” 2021 Amarganta Edizioni.
Ha svolto molti mestieri in diversi campi e vissuto in Usa e in Giappone. Ha prestato assistenza volontaria a fianco della Croce Rossa e della Protezione Civile subito dopo il terremoto dell’Aquila del 2009. È volontaria Telethon nelle campagne di raccolta fondi.
Tra il 2017 e il 2021 ha collezionato molti riconoscimenti letterari sia per singoli racconti che per le intere raccolte.
Collabora con il blog Alessandria Today nella stesura di interviste ad autori emergenti dopo aver letto i loro libri e averli recensiti sulla sua pagina FB “La piccola biblioteca degli autori emergenti”.
Adora passare le sue giornate insieme al suo compagno, guardare film, leggere libri e avere accanto i suoi amati gatti.



CONSIGLI DI LETTURA

» Archivio notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | editori | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia