Controluce

Racconto per il concorso "300 Parole Per Un Incubo", 2019 - edizione 18

La donna correndo quasi mi sfiora, senza vedermi. È elegante nel suo tailleur blu, ma non indossa scarpe.
In lontananza, da dove sta fuggendo, si sentono spari e grida; controluce non riesco a distinguere particolari rivelatori.
Non ricordo nulla, il passato recente è opaco.
Come sono arrivato qui?
Porto la mano alla fronte per creare un po’ d’ombra, c’è solo fumo e confusione.
Un uomo viene verso di me: “Ehi, amico, fermati!”, gli grido, ma lui continua per la sua strada, senza voltarsi; la sua giacca e i suoi pantaloni sono strappati.
C’è troppo sole.
Un’esplosione; altro fumo. Urla strazianti.

Attendo paralizzato dalla paura.
Altre due persone vengono nella mia direzione. Si tengono per mano, un uomo e una donna; lei lo trascina, in lui, invece, appaiono chiari i segni di un imminente cedimento.
“Tieniti su, un ultimo sforzo”, grida lei. Non c’è autorità nel suo tono, ma supplica e rassegnazione.
Sono a pochi metri da me, fanno fatica.
La loro difficoltà mi sprona, gli vado incontro.
Lui sanguina dal collo: sembra una ferita superficiale, non mortale.
Mi avvicino; stendo le braccia verso l’uomo, provo ad afferrarlo.

Il suo corpo passa attraverso il mio.
Non sono più fatto di carne. Non sono più fatto di vita.
Inizio a ricordare.
Mia moglie è morta mentre la stringevo, poco dopo i suoi occhi mi hanno fissato: per un attimo smarriti, poi bramosi. Si era risvegliata affamata.

Pubblicità

Chi ha paura delle streghe?
"Storie di Streghe" è un’antologia che vuole omaggiare la figura della Strega in tutte le sue sfaccettature, antiche e moderne. Tra leggende e folklore i 12 racconti che ne fanno parte sono i migliori tra quelli che hanno partecipato al Premio Scheletri 2022. Disponibile in ebook e cartaceo illustrato

Scorgo la sagoma di un’altra persona attraverso il fumo: si trascina una gamba, la testa dondola sussultando a ogni passo.
Il suo incedere disarticolato e innaturale non ha più nulla di umano.
È uno di loro.

Una nuvola occulta il sole. Il fumo si dipana e rigurgita quella creatura.
Adesso posso vedere con chiarezza: quel corpo senza pace ha il mio volto.
È il mio cadavere.

Guido Del Giudice



CONSIGLI DI LETTURA

» Archivio notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | editori | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia