Tenebra

Racconto per il concorso "300 Parole Per Un Incubo", 2019 - edizione 18

Adolf, 5 anni, si era svegliato terrorizzato. Da alcuni giorni aveva lo stesso incubo (ma non era sicuro fosse un sogno): qualcosa nel buio lo chiamava.
In quell'oscuritĂ , come negli angoli non raggiunti dalla luce durante il giorno, erano condensati millenni di paure, cose che la sua giovane mente temeva pur senza riuscire a concepirle.
Mormorò una preghiera e cercò a tentoni i fiammiferi per accendere la lampada sul comodino senza riuscirci. Adottò l'unica difesa che conosceva, quella di tirare su il lenzuolo fino a coprirsi il capo, barriera che tutti i bimbi spaventati oppongono ai mostri notturni. Stette per un po' con gli occhi spalancati ed il cuore stretto nella morsa della paura in attesa di qualcosa di orribile ma non accadde nulla e dopo un'ora di veglia il sonno tornò ad impossessarsi di lui rendendogli le palpebre pesanti.

Nel giorno seguente, alla luce di un Maggio assolato, la vita riprese il suo quotidiano percorso. Non aveva ancora l'età scolare e sua madre, impegnata nelle faccende casalinghe, lo mandò fuori a giocare... Bighellonando nel prato di fronte al caseggiato trovò un pezzo di carbone col quale provò a disegnare sul muro intonacato del palazzo senza riuscirci. Divenne sera e venne l'ora di dormire. Poco dopo aver chiuso gli occhi, tornò ad udire la voce dell'oscurità. “Adolf vieni, unisciti a noi” gli diceva e lui, incapace di resistere oltre urlò “Si, basta... basta!”. Accadde in un attimo: vide orrori indicibili, scheletri viventi, fiamme, corpi martoriati, poi una folla di pazzi isterici che gridava. Dapprima non capiva cosa dicessero poi riuscì a distinguere la parola inferno seguita dal suo nome:”Hòlle Adolf... Hòlle Hitler!” e seppe in quel momento di essere l'eletto delle tenebre, la Bestia, colui che avrebbe portato lutto e distruzione sul mondo.

Sergio Marzi

Sergio Marzi (che utilizza anche il nickname John_John) nasce a Roma il 12 agosto del 1956. Dopo aver collezionato esperienze diverse in ambito lavorativo e sentimentale, l'attivitĂ  impiegatizia nel terziario gli dĂ  da vivere e gli consente di realizzare il suo sogno raggiungendo la pensione che lo sottrae ad un lavoro che non ha mai profondamente amato. Vive in una cittadina del litorale a nord di Roma circondato da libri, blu-ray e fumetti che gli forniscono tutto l'affetto di cui abbisogna.



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Cinema | Concorsi | Dracula | ebook | Guida alla scrittura | Film gratis | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia