I migliori film horror ambientati nei casinò

Quando pensiamo a un film horror ci viene naturale pensare ad ambientazioni come case infestate, manicomi abbandonati, boschi, foreste, mentre difficilmente penseremmo ai casinò. Eppure, sono diversi i film di genere che trovano nelle case da gioco la propria ambientazione ideale.
Intanto, bisogna dire che la cinematografia mondiale è zeppa di pellicole di genere drammatico e comico ambientate nei casinò: come non citare il leggendario Casablanca, in cui Rick, interpretato da un magistrale Humphrey Bogart, ha una roulette truccata che gli garantisce sempre la vittoria. Altrettanto famoso, ma decisamente più recente, è Una notte da leoni (2009), una commedia brillante su un week-end di addio al celibato a Las Vegas finito male, che vede come protagonista un brillante Zach Galifianakis che gioca a blackjack in modo geniale. In Toy Story 3, uscito un anno dopo (2010) e destinato a un pubblico decisamente diverso, c'è una scena in cui i giocattoli animati fondano un casinò.
Anche il genere horror ha dunque i suoi "campioni" ambientati nelle case da gioco o, più in generale, nell'immaginario del gioco d'azzardo: vediamo insieme una breve carrellata di alcuni fra i migliori.

Cominciamo con Dead's Man Hand, film francese del 2007 girato da Charles Band, in cui il protagonista, Matthew Dragna, eredita da uno zio un casinò infestato dallo spirito di un mafioso di Las Vegas, Roy "The Word" Donahue, e dal suo scagnozzo: quello che doveva essere un'esperienza eccitante si rivelerà dunque un'angosciante lotta per la vita.

Un altro film che si sviluppa in un casinò è Leprechaun 3, film del 1995 (ma arrivato in Italia solo nel 2005) che vede come protagonista una delle creature del folklore irlandese, un Leprechaun per l'appunto, particolarmente sanguinaria. Uno dei protagonisti della pellicola, Scott McCoy, pagherà a caro prezzo il suo desiderio di vincere alla roulette: si ritroverà infatti a doversi difendere dall'aggressione della creatura e, a causa di un morso, a rischiare di diventare un leprecauno anch'egli.

Tutto italiano è invece Il Cartaio di Dario Argento, sceneggiatore di un numero speciale di Dylan Dog che uscirà in estate. In questo film del 2004 (girato quasi del tutto a Roma), la poliziotta Anna, protagonista del film, deve vedersela con un maniaco che mette in palio la vita di alcune ragazze in perverse partite a videopoker. Il film ha avuto la nomination come "Miglior scenografia" ai Nastri d'argento del 2005.

Ispirata alla saga videoludica omonima è Resident Evil: Extinction, seguito di Resident Evil: Apocalypse. La trama vede la protagonista Alice, interpretata da Milla Jovovich, affrontare un orda di super zombie in una Las Vegas sepolta da metri e metri di sabbia.
Concludiamo questa breve carrellata con Remains, film post-apocalittico decisamente sui generis: i protagonisti del film, infatti, devono difendersi dall'aggressione di non-morti particolarmente agguerriti e intelligenti rifugiandosi in un casinò del Nevada. Diversi critici hanno sottolineato come l'opera, pur non avendo elementi che fanno gridare al miracolo, goda di una certa originalità legata proprio alla scelta dell'ambientazione.

Dunque, possiamo ben dire che anche i casinò, tra un giro alla roulette e una mano a poker, possono trasformare da luoghi di divertimento ad ambientazioni per horror coi fiocchi, una originale alternativa alle "solite" case infestate (Manuela Muroni: 14 giugno 2018)



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Cinema | Concorsi | Dracula | ebook | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia