Julia Pastrana: la donna babbuino

Nata in Messico nel 1834, Julia fu “scoperta” da un uomo senza scrupoli di nome Theodore Lent, che sfruttò la sua immagine animalesca al solo scopo di fare soldi. All’età di 23 anni la Pastrana fu costretta a esibirsi in tutta l’Inghilterra in una serie di spettacoli itineranti di cui lei era l’attrazione principale: “La donna barbuta”.
Fu quando tentò la fuga che il crudele Lent decise di sposarla per tenerla legata a lui in modo definitivo.
Da questa unione nacque una bambina, anche lei un mostro ricoperto di folta pelliccia. Purtroppo il destino riservò alla povera Julia e a sua figlia una fine crudele: morirono entrambe poche ore dopo il parto. Lent, non contento, sfruttò l’accaduto per arricchirsi maggiormente presentando al pubblico un nuovo, orrendo spettacolo. Con il corpo di Julia e della piccola neonata entrambe imbalsamate, cominciò un nuovo giro itinerante per le fiere del Regno Unito. Le spoglie di Julia Pastrana e di sua figlia sono tutt’ora custodite nell'istituto di medicina legale di Oslo (Eleonora Della Gatta: 19 agosto 2011)

Pubblicità

Chi ha paura delle streghe?
"Storie di Streghe" è un’antologia che vuole omaggiare la figura della Strega in tutte le sue sfaccettature, antiche e moderne. Tra leggende e folklore i 12 racconti che ne fanno parte sono i migliori tra quelli che hanno partecipato al Premio Scheletri 2022. Disponibile in ebook e cartaceo illustrato



CONSIGLI DI LETTURA

» Archivio notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | editori | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia