Revival

di Stephen King - pagine 469 - euro 10,90 - Sperling & Kupfer

Più di cinquant'anni fa, in una placida cittadina del New England, un'ombra si allunga sui giochi di un bambino di sei anni. Quando il piccolo Jamie alza lo sguardo, sopra di lui si staglia la figura rassicurante del nuovo reverendo, appena arrivato per dare linfa alla vita spirituale della congregazione. Intelligente, giovane e simpatico, Charles Jacobs conquista la fiducia dei suoi parrocchiani e l'amicizia incondizionata del bambino: per lui il pastore è un eroe, soprattutto dopo che gli ha "salvato" il fratello con una delle sue strepitose invenzioni elettriche. Ma l'idillio dura solo tre anni: la tragedia si abbatte come un fulmine su Jacobs, tutto il suo mondo è ridotto in cenere e a lui rimane solo l'urlo disperato contro il Dio che lo ha tradito. E il bando dal piccolo Eden che credeva di avere trovato. Trent'anni dopo, quando Jamie avrà attraversato l'America in compagnia dell'inseparabile chitarra che l'ha reso famoso, e dei demoni artificiali che ha incontrato lungo il cammino, l'ombra di Charles Jacobs lo avvolgerà ancora: questa volta per suggellare un patto terribile e definitivo (Amazon).

Tutta questa roba inizia in mi
Quello di "Revival" è uno Stephen King tipico ma al tempo stesso inusuale. Come in tanti suoi altri romanzi il protagonista cresce e si evolve dall'infanzia fino all'età adulta mentre la rustica America degli anni '60 si intreccia con quella moderna. Fin qui nulla di nuovo.
Questo libro invece, rispetto ai precedenti, è più smart, ha meno pagine ma più ritmo ed è strutturato talmente bene che riesce a tenerti incollato alla trama grazie a piccoli elementi seminati po' alla volta, senza fretta. Per più di metà storia non si sa dove l'autore voglia andare a parare, eppure è impossibile mollare. La curiosità è troppo grande.
Senza entrare nei dettagli, quello che all'apparenza potrebbe sembrare una specie di romanzo di formazione, alla King appunto, prende una piega decisamente horror di grande impatto che richiama i grandi classici del terrore sia letterari che cinematografici alla Hammer Film.
Finalmente un King in grande forma!
Voto: 8,5
[Alessandro]

Incipit
In un certo senso la nostra vita è veramente un film. I protagonisti sono i famigliari e gli amici. Tra i comprimari rientrano i vicini, colleghi, insegnanti e le conoscenze occasionali. Non mancano ruoli minori: la giovane cassiera del supermercato con il sorriso carino, il barista affabile del locale all'angolo, i tipi con cui vi allenate in palestra tre giorni alla settimana. E ci sono migliaia di comparse, persone che attraversano la vita di ognuno come fa l'acqua in un colino.



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Cinema | Concorsi | Dracula | ebook | Guida alla scrittura | Film gratis | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia