Misteri e Leggende - Il fantasma del vicolo

di Michele Scuotto - pagine 221 - euro 13,61

Nel cuore della Penisola Sorrentina nasce una leggenda terrificante: il fantasma di un'anziana signora appare in un vicolo, evocata da un rito all'apparenza insignificante, sfila per il lungo viale, che anticipa una maestosa villa, e rapisce la sua vittima, per poi farla a pezzi all'interno delle mura della struttura imponente. Sakura, una ragazzina affascinata dal paranormale, convince l'amica a sfidare la leggenda, ma quello che riceverà, sarà solo una terrorizzante sorpresa.
Leggendo la breve sinossi sulla quarta di copertina mi ero convinto che il romanzo avesse delle premesse interessanti, e la prime pagine ne davano conferma, ma andando avanti ho riscontrato alcune ingenuità che mi hanno indotto a pensare che Il fantasma del vicolo sia un romanzo destinato sicuramente ad un pubblico giovane, adolescenziale, il quale potrà trovare qualche ora di svago nella sua veloce lettura. L’autore ha il merito di ben descrivere i luoghi e sa creare e gestire la suspense, facendo “muovere” i personaggi e la storia in modo da creare una continua voglia di proseguire la lettura. Il romanzo si sviluppa in due parti ciascuna composta da brevi capitoli il cui titolo fornisce una sorta di anticipazione, o sinossi, di quello che verrà narrato.

La prima parte del romanzo Scuotto la usa per introdurre Clara, da quando quindicenne e in compagnia di una sua amica, Sakura, rimangono vittime del fantasma del vicolo, e come dieci anni dopo diventa una strega; la seconda parte vede l’inserimento di nuovi personaggi, i ragazzi del camper (che sono forse un omaggio, un richiamo, al cartone animato Scooby Doo) i quali si troveranno insieme a Clara ad affrontare il fantasma del vicolo.
Un punto a favore è la bella copertina, il cui autore non viene però citato, mentre un punto a sfavore è la mancanza di giustificazione del testo, che è allineato solo a sinistra. Sarà stata una scelta dell’autore, ma andando avanti a leggere mi ha dato fastidio.
Voto: 6,5

Incipit
Anno 1991.
L’oscurità dominava la Penisola sorrentina già da alcune ore e la luna era ombrata da minacciosi nuvoloni plumbei, così da rendere i piccoli paesini costieri ancora più bui e tetri.
Clara e Sakura, due ragazze natie di Meta, il paesino centrale della penisola, vagavano per le strade bagnate dall’umidità, fregandosene altamente dell’ora tarda che il rintocco della campana faceva echeggiare nel silenzio.
- Credo che siamo le uniche superstiti in questa fantastica notte. - disse Sakura, fiera di non notare neanche un’anima viva per le strade. Alzò una bottiglia di birra in alto come segno di trionfo ed emise un urlo di vittoria. - Siamo le ragazze della notte!

Andrea Di Carlo vive a Roma, dove lavora. Fin da piccolo ha sempre amato leggere fumetti e libri.
Ad oggi le sue passioni sono la fantascienza, il fantasy, l’horror, il noir, il thriller, il giallo, i romanzi umoristici... e molto altro ancora. Il suo limite è lo spazio (dove riporre i libri).



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia