La maledizione dell'esorcista

di Francesco Scarlata - pagine 138 - euro 2,99

Tutto tranquillo, in casa Montgomery. Una serata come tante, una famiglia come tante: i piccoli problemi di ogni casa, le piccole gioie. Tutto nella norma, proprio come in casa nostra.
E invece no.
C’è qualcosa che si insinua nel mare calmo di un gruppo di persone, sotto forma di cose celate, taciute, rimosse; e anche sotto forma di stupidità e violenza umana. Voluta o indotta. Chi lo sa?
È qualcosa di insidioso, lento ma indomabile, che circuisce senza che nessuno se ne accorga perché nascondere è più comodo che riconoscere il putridume del Male.
Un Male che prende con voracità, che vuole tutto, ma che ragiona con una logica complessa. Solo un uomo riesce a capire la sua lingua: si conoscono, si sono già incontrati nel passato e si comprendono. Hanno già lottato, ma questa volta è diverso: il Male ha un suo piano ben preciso.

La storia scorre, pur con qualche piccola imprecisione perdonabile nell’esposizione. Ma ho trovato decisamente interessante la logica complessa del Male sopra citata. Mi ha fatto pensare, così come l’autore avrà di certo ampiamente riflettuto sui concetti esposti nel suo libro, che creano così una trama originale rispetto al “solito” esorcismo fine a se stesso.
Ultima cosa, il finale potrebbe anche essere utilizzato per un prosieguo, ma non so se questa fosse l’intenzione dell’autore.
Voto: 7,5

Incipit
«Papà, sto uscendo! Vado a studiare da Linda» disse Megan Montgomery in un freddo pomeriggio d’autunno.
Frank, suo padre, era seduto in salotto a guardare la tv. «Hai messo a posto in cucina? Oggi toccava a te».
«Sì...» mugugnò Megan. «Tutto sistemato, stà tranquillo».
«D’accordo, piccola! Non fare tardi, mi raccomando».
La ragazza lo abbracciò gettandosi su di lui con le braccia intorno al collo. «Sarò di ritorno per cena» e gli diede un bacio.

Eleonora Calabrese vive a Milano, ha studiato pianoforte e insegnato educazione musicale nelle scuole medie, ha lavorato in ufficio e ora lavora come ghost writer e si dedica al volontariato.
La raccolta di favole illustrate con spunti didattici Semi di fantasia (Edda Edizioni, 2013), scritta come sfida, segna il suo esordio. Con il racconto giallo Omicidio in codice, (antologia Il sentiero del narrare Laura Capone Editore), vince il Premio Nazionale Letteratura Contemporanea 2013. Il racconto paranormal romance Amorosa danza viene selezionato per l’antologia L’amore è un’erba spontanea (Alcheringa Edizioni, 2014). Nel medesimo anno viene pubblicato il thriller paranormale La casa nella nebbia – Amaryllis (Alcheringa Edizioni, collana I quarzi neri).
Nel 2015 il suo racconto horror Rumori notturni viene inserito nell’antologia Racconti da brivido (Alcheringa Edizioni); editore che pubblica anche il suo thriller paranormale Il Tramite (collana I quarzi neri, 2015), Vince nello stesso anno il Premio Nazionale Letteratura Contemporanea con il racconto mainstream Il filo (antologia L’albero dell’inchiostro, Laura Capone Editore). Nel 2016 il suo racconto mainstream Un’altra chance viene selezionato per l’antologia Certamente viaggiare (Alcheringa Edizioni). Nel 2017 viene pubblicato Op, op, Stefy, un romanzo breve formativo per adolescenti edito da Cento Autori, per la collana Storie per crescere curata da Pina Varriale. Domina Tenebris, romanzo horror pubblicato da Ciesse Editore, esce nel 2018 per la collana Black & Yellow.
A breve uscirà un’antologia contenente due suoi racconti, il cui ricavato andrà in beneficienza a una struttura per disabili.



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia