La scommessa: Il racconto perduto di E. A. Poe

di Timothy Shell - pagine 30 - euro 0,99 - Ebook

Più che un romanzo, un piacevole racconto (circa 30-40 minuti di lettura) dallo stile desueto e affascinante. La storia di una scommessa incentrata su un tema lungamente dibattuto in ambito scientifico, e cioè quello del rispettivo peso che la predisposizione genetica ed i fattori ambientali hanno sullo sviluppo dell'individuo.
Non voglio svelare troppo perciò mettiamola così, lato sensu: un uccello apprende dal proprio codice genetico la capacità di volare, nessuno gli isnegna a farlo, lo sa dal momento in cui nasce. L'informazione è trasmessa come un qualsiasi carattere fenotipico, come il colore degli occhi. Eppure, se prendessimo un uccellino e gli tarpassimo le ali impedendogli di volare per un certo tempo, saprebbe ancora farlo? Rispolvero le mie facoltà da nerd e vi dico sì, secondo Assassin's creed sì, sia l'uccellino in questione che i suoi discendenti: l'informazione appresa verrebbe comunque mantenuta in una sorta di "archivio dei ricordi" e potrebbe essere "riesumata" in un qualsiasi momento.

Voi però non arrovellatevi il cervello prima di aver letto "La scommessa", perchè i margini della questione si ampliano parecchio. I due personaggi principali sostengono tesi diverse e contrapposte al riguardo ed uno di loro arriverà oltre ciò che è immaginabile per dimostrare l'attendibilità del proprio assunto.
Voto: 7,5

Incipit
L'uomo deriva dalla scimmia o è stato creato da Dio a propria immagine e somiglianza? Ebbene, pare che la scimmia derivi dall'uomo.

Mi chiamo Liana Africa, sono nata a Reggio Calabria nel 1988 e faccio il medico.
Avevo 9 anni quando guardavo con invidia la collezione di libri di King che arrivavano per corrispondenza ogni mese a mio cugino.
Non avevo il permesso da parte dei miei zii di leggerli e dunque rimanevo ore a guardarne le coste ed immaginarne le storie.
Un bel giorno vidi “Misery” tra gli scaffali di un ipermercato e chiesi ai miei genitori se potevo averlo; non vi furono obiezioni, nonostante l’ascia sulla copertina. Misery terminò due giorni dopo una crisi bulimica di lettura e da lì in poi la mia vita cambiò: avevo scoperto la letteratura horror.



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | editori | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia