L'eremita

di Ignazio Frenda - pagine 308 - euro 9,99 - Independently published

Tre amici decidono di affrontare l'avventura promessa da tempo: il raggiungimento di un eremo misterioso e l'incontro con il suo enigmatico inquilino.
Quella che in apparenza comincia come un'eccitante giornata si rivela un viaggio attraverso l'inesplicabile. Gli amici scompaiono per poi riapparire ma con molte domande senza logiche risposte.
Il romanzo si colloca tra fantascienza e mistero ed è intriso di riflessioni sulla religione, la fisica, la filosofia, la mitologia e la psicologia molte volte antitetiche, alle quali i protagonisti danno voce.
Si legge tutto l'entusiasmo di un autore che ha tante cose da dire e le concentra in queste pagine. La prima metà del libro è scorrevole mentre nella seconda parte è tutto troppo rapido e poco approfondito, le informazioni sono eccessive. Le situazioni sono descritte con semplicità tramite dialoghi rapidi, anche se non sempre realistici e a tratti superflui.

I personaggi inizialmente sono ben caratterizzati e genuini nel loro relazionarsi. Successivamente si aggiungono comparse che rendono un po' confusionaria la storia.
Aldilà di alcuni regionalismi la stesura è corretta e ben strutturata.
Si leggono contaminazioni televisive (io per esempio ci ho visto un pochetto di "Twin Peaks" e di "Dark").
Si passa da momenti molto profondi e culturalmente propositivi ad altri narrativi un po' stereotipati. Tuttavia la curiosità di trovare la soluzione al mistero spinge il lettore velocemente verso l'epilogo.
Voto: 6,5

Incipit
È l'ottobre del 2006 e la nostra storia è ambientata nei monti che delimitano una grande città costiera. Qui vive un uomo che, tanti anni fa, ha scelto di condurre una vita appartata, da asceta religioso. Egli abita abusivamente un'antica costruzione posta sulla vetta di un promontorio a strapiombo sul mare. Da lassù attende il compimento letterale dell'ultimo libro della Bibbia, l'Apocalisse di Giovanni. Negli ultimi vent’anni ha arricchito il suo eremo con mosaici, stucchi e pitture dai richiami esoterici, con simboli apocalittici e figure mitologiche.

Gloria Contini, nasce nel 1983 e cresce in Emilia. Professione e passioni agli antipodi: insegnante di scuola primaria e amante del genere fantastico dalla sua forma narrata primeva a quella più moderna su celluloide.



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia