Il treno fantasma e altri racconti del parallelo

di Gloria Silipigni - pagine 122 - euro 7,00

Il treno fantasma - Antiche maledizioni - L’evoluzione della specie - Scomparsa di massa - Riflessi
Cinque racconti. Cinque fratelli diversi in carattere e dimensioni; il primo dei quali da il titolo al libro. L’ho letto due volte di seguito, poiché la prima sensazione è stata di un vago ricordo di qualcos’altro; ho ipotizzato che uno o più racconti abbiano tratto ispirazione da altro. Normale amministrazione, capita di farlo anche senza rendersene conto e non è una cattiva cosa, giacché ogni autore ci mette del suo: una scintilla letta, vista o sentita può dare vita a uno scritto comunque originale.
La seconda sensazione è stata che i racconti fossero in embrione, ovvero che abbiano molto spazio di sviluppo. L’autrice ha lasciato – volutamente o meno – dei tronconi spezzati. Forse una prova, o forse intendeva lasciare il resto all’immaginazione del lettore. Un racconto in particolare è la fotografia di un dato di fatto, visto dall’esterno, mentre in un altro c’è un “To be continued” che è tutto da interpretare e potrebbe essere poco gradito.
I cinque fratelli hanno connotazioni diverse: fantascienza, horror, distopia, mistero... ce n’è per tutti i gusti.

Il libro è abbastanza godibile; il potenziale c’è, ma l’editing dovrebbe essere migliorato per favorire una maggiore scorrevolezza del testo, in modo da accogliere e avviluppare il lettore in ogni singola storia, e dare un tocco di originalità – o unicità – ai racconti, a prescindere dalla lunghezza.
Voto: 7

Incipit
Silenzio. Deserto. La città era in balia della desolazione più completa. Quella desolazione che permea l’aria e, se ci si sofferma troppo a lungo, diventa quasi respirabile.

Eleonora Calabrese vive a Milano, ha studiato pianoforte e insegnato educazione musicale nelle scuole medie, ha lavorato in ufficio e ora lavora come ghost writer e si dedica al volontariato.
La raccolta di favole illustrate con spunti didattici Semi di fantasia (Edda Edizioni, 2013), scritta come sfida, segna il suo esordio. Con il racconto giallo Omicidio in codice, (antologia Il sentiero del narrare Laura Capone Editore), vince il Premio Nazionale Letteratura Contemporanea 2013. Il racconto paranormal romance Amorosa danza viene selezionato per l’antologia L’amore è un’erba spontanea (Alcheringa Edizioni, 2014). Nel medesimo anno viene pubblicato il thriller paranormale La casa nella nebbia – Amaryllis (Alcheringa Edizioni, collana I quarzi neri).
Nel 2015 il suo racconto horror Rumori notturni viene inserito nell’antologia Racconti da brivido (Alcheringa Edizioni); editore che pubblica anche il suo thriller paranormale Il Tramite (collana I quarzi neri, 2015), Vince nello stesso anno il Premio Nazionale Letteratura Contemporanea con il racconto mainstream Il filo (antologia L’albero dell’inchiostro, Laura Capone Editore). Nel 2016 il suo racconto mainstream Un’altra chance viene selezionato per l’antologia Certamente viaggiare (Alcheringa Edizioni). Nel 2017 viene pubblicato Op, op, Stefy, un romanzo breve formativo per adolescenti edito da Cento Autori, per la collana Storie per crescere curata da Pina Varriale. Domina Tenebris, romanzo horror pubblicato da Ciesse Editore, esce nel 2018 per la collana Black & Yellow.
A breve uscirà un’antologia contenente due suoi racconti, il cui ricavato andrà in beneficienza a una struttura per disabili.



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | editori | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia