Il gatto che miagolò all'inferno

di Fabio Maglio - pagine 275 - euro 10,40

Quando il lavoro scarseggia, si accetta ben volentieri di trasferirsi lontano da casa. Magari in una piccola isola, Uberia; dove tutti si conoscono, hanno ricordi antichi e spesso sanno tutto l’uno dell’altro. Uberia che si sveglia durante il periodo estivo con il turismo, e che durante il resto dell’anno torna a dormire sonni tranquilli.
Il nuovo insegnante appena arrivato, Ettore Giannelli, è una persona che si adatta alla nuova realtà che l’aspetta; il suo più importante pensiero è come affrontare al meglio la prima esperienza lavorativa dopo la laurea in lettere.
Uberia è bella, piena di natura, di profumi; il mare che la circonda è rilassante - e a tratti capriccioso - ed Ettore ha già un alloggio pronto, preparato da Luciano, il suo primo amico. La nuova esperienza ha inizio ed Ettore ne è entusiasta.
Ma non è tutto oro ciò che luccica. Il giovane insegnante percepisce un’atmosfera malsana, qualcosa che gli regala degli incubi sempre più vividi e orrendi che non riesce a comprendere.
Una disgrazia si abbatte su Uberia; due giovani cadono in mare durante una tempesta. È il primo atto, che sfocerà in una serie di omicidi brutali e apparentemente incomprensibili. La paura serpeggia, Ettore si sente sempre più invischiato in qualcosa che intuitivamente sente avere radici lontane; ma le bocche sono cucite. Chi ha più paura sente il passato avvicinarsi in modo inesorabile e maligno, e cerca in ogni modo di sfuggirgli.
Ma i vecchi peccati hanno le ombre lunghe, diceva Agatha Christie in uno dei suoi romanzi.

Il romanzo è piuttosto descrittivo, ma ciò serve allo scopo di amalgamare il lettore con l’atmosfera di Uberia, dei suoi abitanti, della sua terra. Con me ci è riuscito.
In apparenza, la storia potrebbe sembrare lenta rispetto agli accadimenti, ma anche il ritmo è utile alla finalità di cui sopra. Del resto Ettore è il personaggio che racconta, è appena arrivato sull’isola, e necessita del suo tempo per capirne l’atmosfera e gli sviluppi.
L’autore svela poco a poco i fatti, fino ad arrivare al culmine. Ma anche arrivati alla comprensione dell’intrico, ci sarà un finale sul filo del rasoio. Insomma, non ci si annoia su Uberia. Ricordatevelo se ci andrete in vacanza.
Voto: 7

Eleonora Calabrese vive a Milano, ha studiato pianoforte e insegnato educazione musicale nelle scuole medie, ha lavorato in ufficio e ora lavora come ghost writer e si dedica al volontariato.
La raccolta di favole illustrate con spunti didattici Semi di fantasia (Edda Edizioni, 2013), scritta come sfida, segna il suo esordio. Con il racconto giallo Omicidio in codice, (antologia Il sentiero del narrare Laura Capone Editore), vince il Premio Nazionale Letteratura Contemporanea 2013. Il racconto paranormal romance Amorosa danza viene selezionato per l’antologia L’amore è un’erba spontanea (Alcheringa Edizioni, 2014). Nel medesimo anno viene pubblicato il thriller paranormale La casa nella nebbia – Amaryllis (Alcheringa Edizioni, collana I quarzi neri).
Nel 2015 il suo racconto horror Rumori notturni viene inserito nell’antologia Racconti da brivido (Alcheringa Edizioni); editore che pubblica anche il suo thriller paranormale Il Tramite (collana I quarzi neri, 2015), Vince nello stesso anno il Premio Nazionale Letteratura Contemporanea con il racconto mainstream Il filo (antologia L’albero dell’inchiostro, Laura Capone Editore). Nel 2016 il suo racconto mainstream Un’altra chance viene selezionato per l’antologia Certamente viaggiare (Alcheringa Edizioni). Nel 2017 viene pubblicato Op, op, Stefy, un romanzo breve formativo per adolescenti edito da Cento Autori, per la collana Storie per crescere curata da Pina Varriale. Domina Tenebris, romanzo horror pubblicato da Ciesse Editore, esce nel 2018 per la collana Black & Yellow.
A breve uscirà un’antologia contenente due suoi racconti, il cui ricavato andrà in beneficienza a una struttura per disabili.



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | editori | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia