Gli dei lumaca

di Alessandro Pedretta - pagine 28 - euro 1,99 - Delos Digital

«Per la progettazione di un Uomo Nuovo non è sufficiente una sala chirurgica e allo stesso tempo non si ha bisogno di sistemi troppo complicati, di facoltosi professionisti o équipe di dotti scienziati. Se questi ci mettessero le mani potrebbero solo sporcare il sistema - perché essi stessi sono un sistema corrotto.
Per la progettazione di un Uomo Nuovo serve solo l’audacia e la consapevolezza che ciò che si sta facendo non lo si fa per un bieco tornaconto o per autocompiacimento e nemmeno per studi scientifici che si mangiano la coda a vicenda, tantomeno per il così glorificato Progresso sia mai! Lo si fa per il futuro. Un futuro circoscritto. Perché, ed è cosa da tener conto: il futuro sarà peggio.
»
Un manipolo di bizzarri scienziati - anche con un passato nazista - si unisce per tentare di creare “l’uomo nuovo” a partire dalle bestie. Nel laboratorio si ritrovano il dott. Helmut, medico chirurgo di Berlino nonché narratore della storia, il dott. Karonte, medico biologo di Tirana, il dott. Melmer, medico nazista, e Puddu, un ex tossico sardo salvato dal dott. Helmut ed ora servitore dei tre.

In un vortice frenetico e caotico dato dall’utilizzo di sostanze stupefacenti, sulle note delle musiche di Wagner i quattro lavorano per dar vita alla propria visione, guidata da farneticanti visioni di dominio sull’umanità, fino a quando la morte del dott. Melmer permetterà ai tre di poter varcare la soglia della porta bullonata, il luogo dove il medico nazista deteneva i pazzi da utilizzare per le operazioni: «Se bisogna operare sull’uomo per una ricerca di ciò che potrà essere, meglio farlo con un soggetto che abbia almeno le potenzialità, seppur distorte, di essere libero, libero veramente».
Qualcosa però nel frattempo è accaduto: gli uomini sono scomparsi e al loro posto si muovono strani e viscidi molluschi di origine sconosciuta...
Con ritmo serrato l’autore conduce il lettore nel percorso di delirio fisico e mentale dei protagonisti del racconto guidandolo verso un caotico finale per nulla scontato ma che, forse, poteva venir maggiormente sviluppato.
Voto: 6

Francesca Tamanini, classe 1980, appassionata d'arte è responsabile della comunicazione per una casa editrice di Milano, adora leggere di tutto e di più. Da poco si è accostata al genere horror-dark-thriller, scoprendone i lati più nascosti e "da brivido".



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | editori | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia