Back home

di Leonardo Araneo - pagine 226 - euro 17,10 - Bertoni editore

Il Messaggio è arrivato all’improvviso. Una sequenza sonora si è propagata attraverso tutti i mezzi di comunicazione e ha reso coloro che l’hanno ascoltata delle creature prive di senno, furiose e affamate di carne umana. Adam è riuscito a stento a salvarsi assieme alla figlia Juliette, e ha dovuto imparare a sopravvivere in un mondo nuovo e pericoloso. Mentre chi è scampato al Messaggio cerca di ricostruire una nuova società e di sfuggire agli Invasati, Adam si sposta da un insediamento all’altro sulle tracce di un uomo misterioso, e non ha affatto buone intenzioni.

Pubblicità

OSCURE VARIANTI
Maniaco di remake e riscritture, Danilo Arona, autore di oltre 40 libri, smonta e reinterpreta 3 mostri sacri del fanta-horror: “La casa dalle finestre che ridono”, “Giro di vite” e “L'invasione degli ultracorpi”. Nasce così “Oscure varianti”, un imperdibile appuntamento con il Buio. Disponibile in ebook e cartaceo illustrato

Back home rielabora il tema del mondo post-apocalittico inserendo diversi elementi originali: la catastrofe che ha sconvolto la società non è una guerra o una pandemia, ma un suono (qualcosa che ricorda un po’ il russian woodpecker, il segnale radio diffuso dal radar sovietico Duga) e, al contrario di quello che accade in molti romanzi che rientrano nello stesso genere, il primo istinto dei sopravvissuti non è quello di competere per le risorse ma di unirsi per ricostruire. Il lettore è spinto a riflettere sul modo in cui il Messaggio ha cambiato la vita di chi è riuscito a salvarsi: fino a che punto possiamo restare umani, quando tutto ciò che abbiamo non c’è più? Back home ci mostra con un’introspezione psicologica molto efficace sia chi riesce a venire a patti con lo shock e la sofferenza sia chi si fa dominare dalla violenza e dal sospetto. Non mancano le scene di azione, i combattimenti, ma si sente la mancanza di una prospettiva generale, di un contesto che permetta di capire chi ha voluto scatenare questa catastrofe e perché.
Voto: 8
[Sara Bondi]

Incipit
Ellen Jones odiava la propria vita. Non sempre, ovviamente, forse nemmeno tanto spesso. Ma certe volte sì, senza alcun dubbio, soprattutto in momenti come quello, mentre si ritrovava incastrata con la sua nuova Range Rover Evoque nel ventre metallico e gorgogliante del serpente di macchine che avanzava lento sul lungo fiume e una miscela deflagrante di frustrazione e senso di colpa le montava acida dentro lo stomaco mordendole la schiena, l’esofago e la gola e lei non riusciva a fare a meno di sentirsi stupida, ottusa e patetica per la propria incapacità di sottrarsi a quel misto di aspettative altrui e orgoglio proprio che aveva trasformato la sua esistenza in una estenuante cosa a ostacoli verso il successo e la ricchezza.



CONSIGLI DI LETTURA

» Archivio notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | editori | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia