Zodiac

Regia: David Fincher
Cast: Jake Gyllenhaal, Mark Ruffalo, Robert Downey Jr., Anthony Edwards
Anno: 2007
Durata: 157 minuti
Paese di produzione: Stati Uniti d'America

Trama

Zodiac è un film ispirato ad una storia realmente accaduta e piuttosto celebre, quella relativa ai numerosi omicidi compiuti da un misterioso serial-killer attivo dal 1968 in California, autore anche di numerosi scritti inviati ai più importanti giornali dell’epoca nei quali si firmava con un simbolo fatto da una croce con un cerchio nel mezzo, che lo fece battezzare “il killer dello zodiaco”. Scrittori e registi si sono cimentati in modo massiccio sull’argomento nel corso degli anni, tanto più che le stesse indagini della Polizia sono state chiuse (e riaperte) senza aver trovato un colpevole definitivo cui addebitare i sanguinosi fatti accaduti.

Pubblicità

CHI HA PAURA DEI CAPELLI?
Agnese soffre di tricofobia, la paura irrazionale di capelli e peli. La sua vita viene sconvolta da una serie di avvenimenti, disgustosi e macabri, che la conducono in un vortice di paranoia e delirio. Scopri Tricofobia, l'innovativo horror scritto da Ramsis D. Bentivoglio. Disponibile in ebook e cartaceo entrambi arricchiti con 25 illustrazioni.

Recensione

Zodiac è un film del 2007, diretto da David Fincher, molto ambizioso sia nella ricostruzione degli eventi realmente accaduti a partire dalla fine degli anni ‘60, nel nord della California, sia nel lavoro enorme di intercettazione e istruttoria effettuato in quegli anni da funzionari di polizia, giornalisti, detective e altri addetti ai lavori. Ipotesi, pedinamenti, interrogatori di più sospettati, tentativi andati male, rabbia e frustrazione, minacce e paura, c’è molto di tutto questo.
Ma il giusto tributo al cast principale solido come una roccia, due giornalisti e un poliziotto che stravolgono la propria esistenza cercando incessantemente la verità dei fatti... il giornalista Paul Avery (l’istrionico Robert Downey jr), il poliziotto disordinato Nick Toschi (convincente e sicuro Mark Ruffalo), e l’altro cronista Robert Graysmith (grandioso Jake Gyllenhaal in forte ascesa).

La ricostruzione minuziosa degli ambienti e delle riunioni, il corso delle indagini, i dialoghi sussurrati, e in generale un diffuso clima anni settanta tutto ottimamente rappresentato, negli abiti come negli elettrodomestici e nelle sedi dei giornali (sembra quasi di essere in “Tutti gli uomini del presidente”, o ne “I 3 giorni del condor”). Il film andrebbe visto almeno due volte perché alla prima visione certi particolari sfuggono, e se nella prima parte alcuni dettagli sembrano superflui e ridondanti, ci si accorge poi della loro esatta valenza nella prima ora intensissima e impegnativa, dove vanno ricordati e studiati tantissimi indizi. Zodiac è tra noi ma non si vede quasi mai, quantomeno il volto che è la chiave, chi sarà la prossima vittima? Fincher del resto è un maestro della tensione, mista al torbido e ineluttabile in Seven del 1995, all’intreccio e all’ironia nel pregevole The game del 1997, alla paura e alla violenza in Millennium – Uomini che odiano le donne, del 2011. Fincher non è mai banale e ci spiazza più volte, diversi sono i sospettati e a tratti inadeguate le misure prese dalla Polizia. Del resto gli scritti dell’assassino rivelano conoscenze rare e approfondite in alcuni campi (alcuni messaggi verranno decifrati soltanto decenni più tardi), difficilmente inquadrabili, in aperta sfida con chi sta cercando la verità, nella partita infernale tra il bene e il male che di fatto rimane aperta.
Voto: 7

Claudio Bacchi è nato il 04-12-1970 a Foligno (PG) ed ha sempre avuto una grande passione per la scrittura, coltivata come profondo interesse e non come occupazione principale. Laureato in Scienze Politiche, nel corso degli anni ha pubblicato numerose recensioni cinematografiche su vari siti web di settore e collaborato con la rivista "C'Era 2000" per brevi racconti. Nel 2000 pubblica il romanzo giovanilista "Pursauenghi poi bang", con la casa editrice Laurum, e in seguito fa stampare alcune centinaia di copie dell'altro romanzo "Salvala guitar", nel 2017. E' un grande appassionato di cinema, animalista e vegetariano.



CONSIGLI DI LETTURA

» Archivio notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | editori | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia