Le verità nascoste 

Titolo originale: What Lies Beneath
Regia: Robert Zemeckis.
Cast: Michelle Pfeiffer, Harrison Ford
Produzione: USA
Anno: 2000
Durata: 126 minuti

Trama

La bellissima coppia composta da Norman (Harrison Ford) e Claire (Michelle Pfeiffer), lui noto scienziato e professore universitario, lei ottima moglie e madre dell’unica figlia Caitlin, si trasferisce in una bella villa nel Vermont dopo la partenza della figlia per il college. Nella nuova sistemazione la vita è abbastanza tranquilla e quasi monotona, soprattutto per Claire che non lavora e passa molto tempo a casa. Claire nota alcuni strani comportamenti della sua vicina Mary Feur, fino a sospettare che sia stata uccisa dall’ombroso marito Warren. Per qualche giorno Mary Feur sparisce, ma poi ritorna come se niente fosse e dice a Claire che se n’era andata per qualche giorno in seguito ad un litigio col marito.

Pubblicità

PERVERSI... RITRATTI DI FAMIGLIA
Così scrive Paolo Di Orazio nella prefazione: i personaggi di Laura Marinelli sono grondanti pulsioni, sono bestiali anche se innocenti coi loro appetiti e umori più impopolari. Dietro quale porta, in una casa come tante, si nasconde la follia? Ritratti di famiglia contiene due storie drammatiche di depravazione e disperazione arricchite da 20 illustrazioni esplicite senza censura. Disponibile in ebook e cartaceo. V.M 18 anni!

Recensione

Le Verità Nascoste”, film del 2000 diretto da  Robert Zemeckis, è il classico film che non ti aspetti, di un genere ibrido difficilmente inquadrabile, c’è il giallo, il thriller, ma anche tanto paranormale e tanto Hitchock con effetti e strumenti più consoni, fino all’horror di alcune sequenze. Zemeckis lo credevamo capace di altre cose, ancorato alla saga di Ritorno al futuro, spassoso con Doc e Marty, grottesco con “La morte ti fa bella” e convincente in “Flight” del 2012 (ci ricordiamo bene la performance del pilota alcolizzato Denzel Washington), ma lo ritenevamo poco propenso al thriller paranormale. Vogliamo parlare dei protagonisti? Nel 2000 questi due mostri sacri erano nel pieno, quasi sessantenne Ford e poco più che quarantenne la Pfeiffer (che a questo punto in “Scarface” era veramente una ragazza), e al loro apice regalano una perla con interpretazioni spiazzanti in corde diverse da quelle in cui l’avevamo spesso ammirati. Pathos, sensualità, fragilità (di lei), vanità e sicurezza (il Professore Norman), ma anche ira e spirito di vendetta, sete di giustizia, raptus.

Un piacere osservarli nell’idillio iniziale, nella serenità del Vermont, ma anche nei battibecchi sempre più aspri e rancorosi, nei sensi di colpa e nelle spudorate bugie. La sceneggiatura non è saldissima ed anche l’aggancio narrativo di Madison scomparsa è appena forzato, la forza dell’opera sta soprattutto nel talento degli attori, che sostengono una vicenda con qualche crepa, poca colonna sonora e un deserto di spalle e caratteristi. Sta tutto in Zemeckis, Ford e la Pfeiffer il fascino di “Le verità..”, e allora si sarebbe potuto lavorare un po' di più nell’analisi della villa del Vermont, con un giardino appena accennato e non all’altezza di una coppia con quel profilo. Fondamentalmente Ford è stato sempre un buono, una faccia per bene dell’America che fu, da “American Graffiti” agli ultimi episodi di Indiana Jones, grande fisico e grande gavetta, addirittura una piccola parte nel lontanissimo “Apocalypse Now” di Coppola, versione redux. La Pfeiffer rimane nell’immaginario collettivo l’amante di Tony Montana, prima di Frank, e poi di Tony Montana “Scarface”, lì viziata e viziosa, bravissima Elvira nel cult di Brian De Palma. Concludendo "Le verità..." non delude tenendo alta la tensione dall'inizio alla fine, in un sottile equilibrio che tiene lo spettatore incollato alla poltrona in un crescendo di suspense.
Voto: 7

Claudio Bacchi è nato il 04-12-1970 a Foligno (PG) ed ha sempre avuto una grande passione per la scrittura, coltivata come profondo interesse e non come occupazione principale. Laureato in Scienze Politiche, nel corso degli anni ha pubblicato numerose recensioni cinematografiche su vari siti web di settore e collaborato con la rivista "C'Era 2000" per brevi racconti. Nel 2000 pubblica il romanzo giovanilista "Pursauenghi poi bang", con la casa editrice Laurum, e in seguito fa stampare alcune centinaia di copie dell'altro romanzo "Salvala guitar", nel 2017. E' un grande appassionato di cinema, animalista e vegetariano.



CONSIGLI DI LETTURA

» Archivio notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | editori | Film | Film gratis | Fumetti | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia