The human centipede

Titolo originale: The Human centipede (first sequence)
Regia: Tom Six
Cast: Dieter Laser, Akihiro Kitamura, Andreas Leupold, Ashley C. Williams,Ashlynn Yennie
Nazione: Paesi Bassi
Anno: 2009
Durata: 92 minuti

Trama

Due turiste americane in vacanza in Germania,si ritrovano sperdute in un bosco dopo aver forato una gomma. Nel tentativo di cercare aiuto, si imbattono nella lussuosa villa abitata dal Dr. Heiter,un chirurgo di fama internazionale in pensione che si dimostra tutt'altro che ospitale.

Recensione

Parliamo di 92 minuti di puro exploitation e follia.
Il regista olandese Tom Six sviluppa l'idea del corpo come strumento di orrore. Malata e disturbante questa pellicola si inserisce di netto nella categoria torture porn, provocando disagio nel suo essere surreale.
Heiter è un famoso chirurgo, specializzato in separazioni. La quotidianità con questa fa emergere in lui la voglia di unire ciò che è naturalmente separato per dare vita ad uno scherzo della natura che lui vuole inserire tra le specie.

Il dottore si appresta a spiegare con tanto di illustrazioni la procedura che salderà la bocca allo sfintere anale dei malcapitati. L'uomo in preda ai deliri di onnipotenza cercherà di mettere in pratica il progetto di unire chirurgicamente tre persone per creare un perfetto centopiedi umano.
Six riesce a mostrarci queste persone, facendoci provare quasi compassione per la loro vicenda umana.

Merito al regista, alla scenografia e all'interpretazione dell attore Dieter Laser, che riattualizza la figura del dottore pazzo, lucido e folle. La fotografia scarna è in linea con l'atmosfera nuda della prigionia che il film vuole trasmettere, un'unica location, la villa del chirurgo, lussuosa, moderna e quasi ossessiva, rappresenta una metafora della stessa sceneggiatura lineare. Il lavoro del regista manca un po' di approfondimento, perchè non ci viene detto nulla sulle motivazioni che spingono il chirurgo a compiere simili nefandezze.

Six sposta sempre il focus su Heiter, tralasciando i drammi degli altri componenti del centipede con il risultato di un'ora e mezza anemica.
Il film si fa valere in maniera istintiva. L'orrore è rappresentato dalla teoria dell operazione chirurgica, al limite del grottesco, che scandalizza di più per l'argomento in se' che per il modo in cui viene portato sullo schermo, ciò nonostante il film si fa godibilmente guardare fino al devastante finale.
Voto: 6,5
(Jayenne)



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Cinema | Concorsi | Dracula | ebook | Guida alla scrittura | Film gratis | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia