Isola di Scheletri | The Castles of dr. Creep

Videogiochi

Autore: Edward R. Hobbs
Della serie "viva i vecchi tempi" inauguriamo l'Isola di Scheletri con un vecchissimo videogioco (anno 1984) per Commodore 64 con una grafica talmente essenziale e scarna che farebbe sbellicare dalle risate un teenager odierno, ma noi giovanastri di allora non ridevamo affatto. "The castles of dr. Creep" era un platform ambientato in un castello assai lugubre pieno non solo di trappole ed enigmi da risolvere, ma anche di inquietanti creature a metà strada tra il mostro di Frankenstein e i moderni zombie. Tramite degli interruttori da spegnere e accendere il giocatore da solo o in collaborazione con un amico (sì, uno dei primi multiplayer!) doveva superare lo schema per passare poi a quello successivo. In qualche modo la grafica elementare e gli effetti sonori ridotti all'osso riuscivano a creare una stupenda atmosfera di attesa e pericolo. Signori, siamo di fronte ad uno dei primi survival horror della storia. Dietro l'Umbrella Corporation non ci sarà pure il dr. Creep?

Cose top: l'uscita dai "forni" degli zombie.

POTREBBE INTERESSARTI

» Archivio dell'Isola

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Cinema | Concorsi | Dracula | ebook | Guida alla scrittura | Film gratis | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia