Amnesia: the dark descent

L'hanno chiamato uno dei giochi horror psicologici più traumatici di sempre. Amnesia: the dark descent è un gioco che lascia ogni giocatore "senza fiato" e senza percezione della realtà.
Vi ritroverete all'interno di un castello rinascimentale - vissuto da un barone da oltre cent'anni - senza memoria, lasciando una scia con uno strano liquido, ad ogni passo. Il tutto è giocato in prima persona, quindi è impossibile variare la visuale o "vedervi" da altre angolazioni. Questo gioco si basa sul mantenere viva la propria sanità mentale: non semplice, visto che assisterete ad eventi ed episodi che vi faranno dubitare di essere pazzi o meno. L'unico oggetto in vostro possesso è una lanterna e nulla sarà percepito sino a quando non verrà vissuto.
Un gioco che vi porterà a voler scoprire la reale causa della mancanza di memoria e del perchè siate finiti in quel posto pauroso ed angusto, ma allo stesso tempo, avrà il potere di catturare la vostra attenzione e la vostra sanità mentale.
Voto: 8,5

Altri dati

Piattaforma: Microsoft Windows, Mac OS, Linux
Data di pubblicazione: 8 settembre 2010
Pubblicazione: Frictional Games, Steam
Supporto: DVD-ROM
Requisiti di sistema Processore: 2.0Ghz
RAM: 2048 MB
Disco rigido: 3 GB
Scheda video: Radeon X1000/GeForce 6



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Cinema | Concorsi | Dracula | ebook | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia | Zombette