Sette Frankenstein in corsa: chi vincerà?

Ormai, da qualche anno, è tempo di gare in giro per Hollywood. Non passa mese senza che esca fuori qualche nuovo progetto horror-fantastico che viene subito giudicato il tema hot del momento e fin qui non ci sarebbe nulla di male, è sempre accaduto. Quel che però è cambiato e di molto è il modo di reazione tipico della major hollywoodiane: non appena si viene a sapere che una concorrente è al lavoro su qualche tema ecco che si forma all'istante un folto codazzo di imitatori, pronti a sfruttare la pubblicità indiretta e cavalcare la moda del momento.

 

Abbiamo visto già accadere qualcosa di simile negli ultimi mesi con i vari film su Biancaneve e ci sembra un gioco al massacro che premia solo chi riesce a distribuire il tutto per primo ma questa preoccupazione non pare disturbare né le major, pronte a pompare sempre più soldi per cercare di uscire per prime, sia alcune case indipendenti che sperano comunque di raccattare qualche briciola risparmiando in pubblicità (e sviluppo di idee nuove).
Qual è il nuovo fronte di questo tipo di gara? Con ogni probabilità il buon caro vecchio Frankenstein di Mary Shelley, già apparso su grande schermo decine e decine di volte in ogni salsa e remake possibili. Ben sette i progetti analoghi attualmente in corso:

1) 20th Century Fox con una versione revisionista e molto più fantascientifica. Sceneggiatura di Max Landis e regia di Shawn Levy che ha rinunciato ad altri progetti per rendersi disponibile
2) Ghost House Pictures con la "The Casebook of Victor Frankenstein", tratto da un romanzo di Peter Ackroyd
3) Jay Russel che dirigerà Haley Joel Osment in "Wake the Dead", tratto dai fumetti di Steven Niles
4) Una versione ambientata nel nuovo millennio prodotta da Columbia Pictures per la regia di Matt Tolmach
5) La Universal con Guillermo del Toro e Scott Stuber che sono al lavoro su una versione moderna del classico romanzo
6) Lakeshore Entertainment ha messo in cantiere "I, Frankenstein", regia e sceneggiatura di Stuart Beattie
7) Summit Entertainment con "This Dark Endeavor: The Apprenticeship of Victor Frankenstein" che, dal titolo, sembra occuparsi dei primi anni di formazione culturale e scientifica del noto "dottore".
E voi, in questa folle gara al rialzo, su quale di questi sette cavalli vi sentite di scommettere? (Elvezio Sciallis)

Elvezio Sciallis: Non vi deve interessare chi sono. Leggete quanto scrivo e discutete di quello: chi sono non è importante, sono solo (cambia una consonante) una persona qualunque, appassionata di cinema e letteratura, specie quel cinema e quella letteratura che giocano e dialogano con il Perturbante. Ho all'attivo alcune pubblicazioni in antologie collettive e personali. Ho collaborato con diverse riviste cartacee e online. Traduco dall'inglese all'italiano videogiochi e testi per alcune società estere.

POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Cinema | Concorsi | Dracula | ebook | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tibia