La borda

Racconto per il concorso "300 Parole Per Un Incubo", 2017 - edizione 16

La zia non sopportava Giulio. Odiava i bambini e ancor più sua sorella che in punto di morte l’aveva affidato a lei, vedova e senza figli. Nessuno sapeva che lo maltrattava quotidianamente.
«Ci vogliono le maniere forti per educarlo!» confidava a una vicina. E lei li usava, soprattutto quando lo vedeva piangere davanti alla foto della mamma.
Lo scaraventò a letto, dopo averlo picchiato e gli cantò la ninna nanna che lo atterriva:
«Ninàn, ninàn, la Borda/la liga i bei babèn cun una côrda./Cun una côrda e cun una curdella,/la liga i bei babèn pu la i asserra,/cun una côrda e cun una ligazza,/la liga i bei babèn pu la i amazza!»
Giulio si coprì la faccia con il lenzuolo e pregò la zia che scacciasse la strega perché lui avrebbe fatto il bravo bambino.
Lei tacque; spense la luce e chiuse la porta.

Quando fu tutto buio, Giulio si alzò e sgusciò fuori di casa. Lo accolse una nebbia fittissima. Chiuso nel suo cappottino, si diresse verso lo stagno vicino a Mortizzuolo: aveva un piano; gridò:
«Borda, ygni fora!»
Certo che la strega sarebbe apparsa, si sarebbe fatto inseguire fino a casa; poi l’avrebbe chiusa dentro con la zia.
Un rumore alle sue spalle lo fece trasalire. Si girò, pronto a fuggire alla vista della vecchia. Invece:
«Cosa credevi di fare, stupido bambino. Volevi scappare via da me? Se è quello che vuoi, ti accontento subito: scapperai non solo via da me ma anche da questo mondo!»
Si avvicinò con le braccia tese, pronta a strangolarlo.
«No!» gridò Giulio. «No!» gridò di nuovo.
Non temeva di morire. Aveva solo scorto dietro la zia, una vecchia bendata e orribile che, puntando il dito contro la zia, cercava di ghermirla, sussurrando:
«La liga la bela zia e la ammazza!»

Roberto Masini



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Concorsi | Dracula | ebook | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | Necrolexicon | partner | Pennywise | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | TV Horror | Videogiochi | Zio Tiba | Zombette