A che ora e' la fine del mondo?

Immaginate lo scenario: un gruppo di uomini in camice bianco, scienziati. Sono indaffarati nei loro esperimenti estremi, alle prese con macchine che accelerano le particelle, all'interno di sofisticati impianti da milioni di dollari. Un errore, una distrazione e accidentalmente si genera un piccolo buco nero... BAM! Il disastro è servito: il centro della terra collassa, succhiando materia furiosamente. In poche ore il nucleo viene consumato. Terremoti, tsunami, cataclismi a catena. Poi, d’improvviso, il mondo si appiattisce prendendo la forma di un frisbee e collassa su se stesso. E' la fine.
Trama di un nuovo film fantacatastrofico? No, è quello che pensano alcune persone preoccupate dal lavoro di certi scienziati alle prese con lo LHC e il RHIC, due dei più potenti acceleratori di particelle al mondo, progettati proprio per eccitare i corpuscoli sub-atomici ad una velocità prossima a quella della luce. C’è timore che uno scontro caricato con troppa energia possa creare proprio un buco nero sulla Terra.

Durante i primi test della bomba a idrogeno alcuni ricercatori furono preoccupati dal fatto che l’esplosione avrebbe potuto incendiare l’atmosfera, riducendo il pianeta in carbone. Eppure continuarono i loro esperimenti creando la bomba atomica... gli scienziati sono fallibili come tutti. Cosa accadrebbe se i loro calcoli risultassero errati? (Eleonora Della Gatta: 13 agosto 2011)



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: Pennywise | Audiolibri | Halloween | Videogiochi | Dracula | ebook | Interviste | Guida alla scrittura | Necrolexicon | TV Horror | Letters from R'lyeh | Isola di Scheletri | Signora delle Mosche | Scream Queen | Zio Tiba | Concorsi | Segnalibri | arte | partner | Zombette