I maghi del terrore

Vincent Price, Boris Karloff, Peter Lorre, sono loro "I maghi del terrore", mai titolo, di un film, fu più azzeccato. Film del 1963 diretto dal solito Roger Corman, riunisce tre tra i più grandi interpreti del cinema dell’orrore. Gli addetti ai lavori ricordano un Price perfetto, sempre in orario, con le battute nella sua testa, conosceva alla lettera la sceneggiatura ma era anche capace d’improvvisare.
Lorre non conosceva il copione, ma sapeva bene di cosa parlava, lui inventava al momento e ciò che usciva dalla sua bocca era meraviglioso, tanto da far modificare la sceneggiatura.
Karloff, invece, era un attore vecchia maniera, scrupoloso, seguiva tutto alla lettera, e il modo di lavorare di Lorre lo spiazzò. Chi lavorò con loro rimase meravigliato dagli atteggiamenti, comici, che i tre attori avevano sul set. Hazel Court, altra grande dei film dell’orrore, in una scena trema, lo si nota dal movimento delle sue labbra, questo perché qualcuno, da dietro, le stava facendo il solletico.

Per i tre attori l’idea di trarre un film da una poesia era alquanto ridicola, decisero così di far diventare, il film, una commedia, una parodia di ciò che avevano fatto in passato.
Roger Corman, ancora una volta, era riuscito ad unire nomi da brivido, e non solo per Price, Karloff e Lorre, ma anche per Richard Matheson, un giovanissimo Jack Nicholson, e la bellissima Hazel Court (Isobel Gowdie: 24 agosto 2011)



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Cinema | Concorsi | Dracula | ebook | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tiba | Zombette