La storia infinita

Film del 1984 di W. Petrsen (Air Force One, La tempesta perfetta, Troy, Poseidon), tratto dall’omonimo romanzo di M. Ende. Pellicola ricca di elementi suggestivi, forte di una trama avvincente e dal ritmo incalzante. Confesso di averlo visto più di una volta e confesso di non saper individuare il mio personaggio preferito. Forse Falkor, il Fantadrago dagli occhi buoni? Oppure Atreyu in groppa al suo cavallo Artax? O magari proprio il piccolo Bastian. Mi sono spaventata immaginando il Nulla che avanzava, qualcosa di oscuro che non riuscivo a spiegarmi. Ho tremato per Atreyu inseguito dal grosso Lupo nero, Gmorg. Ho pianto per la morte del fedele cavallo bianco, sprofondato nelle Paludi della tristezza. E poi Morla, la gigantesca tartaruga millenaria, l’Oracolo, le Sfingi dallo sguardo assassino, Mordiroccia, l’Imperatrice... tutto il fantastico regno di Fantàsia che ha incantato molti bambini che, come me, avrebbero tanto desiderato salire in groppa al mitico Falkor (Eleonora Della Gatta: 12 luglio 2011)



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: arte | Audiolibri | Cinema | Concorsi | Dracula | ebook | Guida alla scrittura | Halloween | Interviste | Isola di Scheletri | Letters from R'lyeh | libri | Necrolexicon | Notizie | partner | Pennywise | Racconti | Scream Queen | Segnalibri | Signora delle Mosche | Teschio d'oro | TV Horror | Videogiochi | Zio Tiba | Zombette