Bloop

E' questo il nome che scienziati e oceanografi hanno dato a uno strano suono proveniente dalle profondità degli oceani. Rilevato per la prima volta nel 1997 dal National Oceanic and Atmospheric Administration, mentre monitorava attraverso idrofoni un’ampia zona delle profondità marine degli U.S.A., alla ricerca di eventuali sottomarini sovietici, al tempo della Guerra Fredda. Il settimanale "New Scientist" riferì, inoltre, che lo stesso rumore indecifrabile venne registrato da microfoni posizionati a oltre 3.000 miglia di distanza: ciò comporta che il suono in questione fu ben più rumoroso di tutti quelli conosciuti fin d’allora, inclusi quelli emessi dalle balenottere azzurre, cioè gli animali più grandi noti sulla Terra. D’ipotesi ne sono circolate molte, c’è chi vi ravvisa la “paternità” nella creatura cosmica di Cthulhu, date le coordinate del suono, altri ipotizzano possa trattarsi del mostro di Cloverfield, altri ancora di un’entità intelligente chiamata Yrr.

Secondo una delle teorie più accreditate il suono potrebbe provenire da un calamaro gigante che vive tra i 4-5000 metri di profondità. Dubbioso di ciò si è mostrato Phil Lobel, biologo marino dell'Università di Boston, che ha chiarito: «I cefalopodi non possono avere un sacco da riempire d'aria dal quale emettere quel tipo di suono, anche se non si può escluderlo in via assoluta». Per gran parte dei suoni degli abissi si è identificata l'origine con certezza. Per il Bloop l’enigma resta irrisolto (Eleonora Della Gatta: 7 luglio 2011)



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: Pennywise | Audiolibri | Halloween | Videogiochi | Dracula | ebook | Interviste | Guida alla scrittura | Necrolexicon | TV Horror | Letters from R'lyeh | Isola di Scheletri | Signora delle Mosche | Scream Queen | Zio Tiba | Concorsi | Segnalibri | arte | partner | Zombette