Amityville, un mistero senza soluzione

112 di Ocean Avenue. Mai indirizzo fu più suggestivo. Tutti gli appassionati di horror ricordano perfettamente l’immagine della casa più infestata d’America. Un’architettura inconfondibile quella della grossa villa in stile coloniale olandese, costruita intorno agli anni venti. A partire dalle finestre dell’ultimo piano, in legno bianco a forma di ventaglio, dalle cui tendine occhieggiava inquietante la sagoma della piccola Jodie DeFeo, vittima della strage compiuta da suo fratello Ronald. Teatro poi delle tragiche vicende occorse alla nota famiglia Lutz, che venne in seguito accusata di mistificazione a scopo pubblicitario. Cosa realmente è accaduto al 112 di Ocean Avenue? Quello che si sa con certezza è che, dal 1976 al 2009, la casa, dopo aver subito varie modifiche, è passata in mano a differenti proprietari che non vi hanno mai dimorato a lungo. Nel 2010 è stata rimessa in vendita per la cifra di 1,15 milioni di dollari. A oggi risulta ancora invenduta (Eleonora Della Gatta: 16 giugno 2011)



POTREBBE INTERESSARTI

» Tutte le notizie

RUBRICHE: Pennywise | Audiolibri | Halloween | Videogiochi | Dracula | ebook | Interviste | Guida alla scrittura | Necrolexicon | TV Horror | Letters from R'lyeh | Isola di Scheletri | Signora delle Mosche | Scream Queen | Zio Tiba | Concorsi | Segnalibri | arte | partner | Zombette